Tendaggi

Avere fantasia significa andare oltre i limiti, rompere le regole e mettere insieme elementi imprevisti per ottenere un effetto imprevedibile

 

Le tende svolgono un ruolo importante nell'arredamento di qualsiasi tipo di interno. Aggiungono colore, effetti superficiali o motivi a uno schema decorativo, smorzano o fanno risaltare le caratteristiche di una stanza o della finestra stessa e danno un piacevole senso di calore e intimità. Possono anche creare effetti scenografici ed essere un centro focale della stanza. Dal punto di vista pratico, fanno da schermo o da filtro alla luce, assicurano la privacy ed isolano da rumori e correnti d'aria.

Tutte queste ragioni indurrebbero a pensare che le tende siano state uno degli elementi principali degli interni fin dai tempi più remoti. In realtà hanno fatto la loro prima comparsa solo verso la fine del Seicento, forse perché prima di allora l'apertura delle finestre era raramente ampia e comunque dotata di scuri che garantivano l'isolamento termico.

Le prime tende nascono allo scopo di filtrare la luce e non rivestono alcuna funzione decorativa.

Verso la fine del XVII secolo, con lo sviluppo di finestre più ampie ed aggraziate, con un'intelaiatura più leggera, le tende iniziano ad assumere un ruolo importante divenendo un vero e proprio elemento di arredo. Se prima erano caratterizzate da un unico telo appeso con degli anelli ad un'asta, ora si dividono in due per creare una coppia simmetrica e l'asta viene coperta da una mantovana.

Come per il mobile antico, anche per le tende ogni epoca ha creato il suo stile. Si passa dai drappeggi estremamente elaborati, con abbinamento di tessuti diversi ed abbondante uso delle finiture, tipici della Francia prerivoluzionaria, alle abbondanti lunghezze di tessuti sfarzosi, sistemati ad arte su aste di sostegno, ricadenti in pieghe estrose fino al pavimento, tipico del periodo napoleonico. Nell'Ottocento si assiste ad un progressivo sovraccarico nell'arredo delle finestre, che  potevano essere costituite da mantovane, tendoni, tende interne, tendine a vetro, il tutto ornato con fiocchi, bordato con frange e munito di corde. Quasi come reazione naturale, la fine dell'Ottocento è segnata da un momento di rivalutazione stilistica volta a semplificare e ad alleggerire l'arredo, eliminando le decorazioni superflue e formando essenzialmente la base per il gusto del XX secolo.

Oggi, quelle idee di arredamento vengono prese a prestito dall'artigiano esperto che è in grado di reinterpretale e riproporle in chiave moderna creando, attraverso la fantasia, la soluzione di arredo che meglio si accosta ai gusti ed alla personalità del cliente.